RUGGERO SETTIMO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA MONARCHICA DI SICILIA

AMMIRAGLIO DELLA RIVOLUZIONE INDIPENDENTISTA SICILIANA DEL 1848, PADRE DELLA PATRIA SICILIANA, ALL' ANNESSIONE PIEMONTESE RISPOSE CON L'ESILIO A MALTA.

   

Ruggero Settimo nasce nel 1778 .
Nel 1799 Ŕ giÓ Tenente di Vascello.
Nel 1820 sostiene la Rivoluzione Indipendentista Siciliana.
Fa parte della commissione presieduta dal cardinal GRAVINA
per far applicare la Costituzione Siciliana del 1812.
Fa aprire l'Istituto Agrario intitolato al "PRINCIPE DI CASTELNUOVO" grande
sostenitore dell'indipendenza e della sovranitÓ siciliana.

Si ritira a Malta il 26 settembre 1849, vi muore il 2 maggio del 1863.

NON RISPOSE ALLE LUSINGHE PIEMONTESI CHE LO VOLEVANO "PROMUOVERE" CON UN TRASFERIMENTO A TORINO