15 ANNI E 5 ORE DI CAUSA

IL SIGNOR SINDACO

VOLEVA CURARE IL CREDITORE

   

Alla redazione del Giornale:

 COMUNICATO STAMPA

 

VENERDI 17 GIUGNO, l’Ufficiale Giudiziario del Tribunale di  Barcellona (per competenza territoriale) si recato  presso il Comune di Montalbano Elicona  per eseguire un pignoramento a seguito di una sentenza del Tribunale di Messina per una causa (durata 15 anni),  per violazione del diritto d’autore,

 

Dopo lunga ricerca di beni disponibili per il pignoramento, l’Ufficiale Giudiziario, ha potuto pignorare solo il TELEVISORE del Signor Sindaco e, dopo 5 ore, su indicazione del segretario comunale, il PIANOFORTE, gi in dotazione alla banda musicale del paese, ormai sciolta da anni.

 

L’Amministrazione Comunale,  pur essendo stata avvisata per tempo dal creditore, ha preferito attendere il pignoramento, piuttosto che versare la modesta cifra liquidata dalla sentenza, con il risultato di vedersi pignorati i beni mobili.

 

La causa era nata nel 1989 da una illegittima riproduzione di una precedente pubblicazione turistica, riproduzione priva anche del nome dell’autore.

Il Comune riuscito a far durare la causa 15 anni e 5 ore , una causa dove tutto stampato, provato, datato.

 

La legge sul diritto d’autore in vigore chiara e articolata,  far durare una causa di questo tipo per 15 anni, significa solo rischiare di pagare  danni e spese  superiori.

 

Durante questi 15 anni morto di vecchiaia uno dei 3 inquisiti coinvolti nel plagio, morto di vecchiaia  anche un giudice , si sono avvicendati 5 giudici e due periti, evidentemente gli avvocati del Comune di Montalbano speravano che morisse il creditore.

 

Dopo 5 ore, con un TELEVISORE ed un PIANOFORTE, invece, il creditore ha riposato solo qualche minuto nella piazza del Palazzo Comunale, disteso sopra una panchina di pietra,  per poi recarsi dai carabinieri per informarli di voler continuare il pignoramento.

 

Nel frattempo qualcuno, temendo un malore, aveva chiamato un medico. Non ci crederete, si presentato il Signor Dottor Sindaco con tanto di borsa con i ferri per “curare” il creditore il quale  ha gentilmente risposto, no grazie.

 

Per informazioni:  Baeli Rosario  Multigraf Editrice 090 2935215  baeli@taorminacity.com