SICILIA 15 MAGGIO 2005 PRIMO REFERENDUM

REFERENDUM CONFERMATIVO

 DELLA LEGGE ELETTORALE

UN NO PER CANCELLARE

LA LEGGE ELETTORALE D'AGOSTO

   

UN NO per cancellare TUTTA LA NUOVA LEGGE elettorale del Parlamento Siciliano votata sbrigativamente il 4 agosto 2004 a Palermo, dai grandi
partiti per eliminare i piccoli partiti sotto il 5%.
Una LEGGE ANTIDEMOCRATICA votata in piena estate e subito contestata.
Ridotta notevolmente nelle sue applicazioni a novembre e nuovamente contestata. Richiesto il PRIMO REFERENDUM ed in tre mesi raccolte 115.056
firme. La prima volta dei siciliani sarÓ nel giorno dell'anniversario dello Statuto di Autonomia della Sicilia DUE FESTE IN UNA.

   

Mentre a MAZARA si prepara una grande festa nei comuni si preparano le schede.

VINCE LA MAGGIORANZA DEI VOTI NON E' PREVISTO QUORUM MINIMO DI VOTANTI.

CHI FA PIU' VOTI VINCE.

PRIMO REFERENDUM DEL POPOLO SICILIANO NELLA STORIA DELLA REPUBBLICA

   

LA DEMOCRAZIA SI BASA SUL RISPETTO DI TUTTE LE MINORANZE, NESSUNO PUO' ESCLUDERE UNA MINORANZA DALLA RAPPRESENTANZA PARLAMENTARE, UN DEPUTATO IN SICILIA RAPPRESENTA CIRCA 50.000 CITTADINI, 5% PROPORZIONALMENTE CORRISPONDONO A CIRCA 5 DEPUTATI (SU 100 DEPUTATI) UN PARTITO CON 250.000 VOTI NON PUO' ESSERE ESCLUSO DAL PARLAMENTO PRIMA DELLE ELEZIONI, QUESTO E' VERAMENTE ANTIDEMOCRATICO IL RICATTO DELL'ACCORDO PRE-ELETTORALE EMARGINA IL PICCOLO PARTITO DENTRO IL GRANDE PARTITO PRODUCENDO SPROPORZIONE DI INCARICHI DEI PICCOLI PARTITI VEDI CASINI E FINI.


IN SICILIA IL PARLAMENTO ESISTE DAL 1130.
LA REPUBBLICA DAL QUARTO SECOLO PRIMA DEL CRISTIANESIMO.